Italian English French Spanish 
Home > Campionati > Serie A > Pareggio all’ultimo tra Sassuolo e Parma

Pareggio all’ultimo tra Sassuolo e Parma

Domenica 4 dicembre, ore 12:30 allo stadio Stadio Enzo Ricci va in scena una delicata sfida per classifica: SassuoloParma. Le due squadre, infatti, si trovano molto vicine per punti e un pareggio non farebbe gola a nessuna delle due pretendenti.

Formazioni.

Sassuolo (5-3-2): Lauria, Philtjens, Filangeri, Orsi, Pleidrup, Mella, Pondini, Brignoli, Jane, Clelland, Monterubbiano.

A disposizione: Lonni, Goldoni, Bellucci, Tomaselli, Tudisco, Novak, Dongus, Nagy, Sciabica.

Coach: Gianpiero Piovani

Parma (4-3-3): Capelletti, Santoro, Heroum, Jelenčić, Williams, Farrelly, Benoit, Bardin, Cambiaghi, Banusic, Martinovic.

A disposizione: Caiazzo, Ciccioli, Nicolini, Acuti, Tinti, Arrigoni, Cox, Maia.

Coach: Domenico Panico

Primo tempo.

Batte il Parma per primo. Si fa vedere dinamica subito Martinovic, la quale prova a permettere l’inserimento di Banusic in profondità, ma dopo un dribbling sono i guantoni di Lauria a bloccare ogni pericolo. La prima gioia, però, è neroverde: Pondini consegna un buon pallone a Clelland, la quale supera Santoro e supera Capelletti con un esterno destro. È 1-0 per le padrone di casa al 8′.

Bastano 5′ giri di orologio per vedere la reazione delle crociate. Benoit da calcio trova la testa di Farrelly, la quale viene prontamente respinta da Lauria, ma da questa Martinovic si coordina e regala una perla ai presenti allo stadio: gol di rovesciata. 1-1 ed è tutto nuovamente in equilibrio.

Partita che da questo momento in poi si svolge principalmente a centrocampo, almeno fino alla girata di Monterubbiano al 28′ che si concluderà in corner. Oltre a falli e tentativi di manovra, spiccano le poche, ma non decisive, conclusioni di Mella e Jane. In un contropiede al 43′, Capelletti è chiamata agli straordinari su Clelland, la quale non riesce a superare il portiere del Parma; estremo difensore protagonista pochissimo tempo dopo con un grande rischio, che vede Jane rubarle il pallone e Monterubbiano vicina alla rete del vantaggio.

Secondo tempo.

Inizia il Sassuolo. L’equilibrio tra le due squadre si vede anche nel secondo tempo, in cui la maggior parte del contrasto avviene nella zona centrale del campo. Al 62′ il Sassuolo avanza con Jane che mette in mezzo un pallone respinto da Heroum, niente da fare per le padrone di casa. Sempre la centrocampista neroverde si fa carico di un corner al 71′, respinto efficacemente dal Parma, il quale riparte con Santoro, Banusic e Martinovic. Si chiude bene il Sassuolo.

Si dovrà aspettare l’82’ perché la parità venga nuovamente meno: un’ingenuità difensiva del Sassuolo permette a a Banusic di rubare il pallone a Lauria, la quale viene battuta dalla stessa attaccante. È 1-2, vantaggio Parma, che aveva da qualche minuto ricominciato ad attaccare ed a tenersi nella zona offensiva del campo. Il Sassuolo ora è chiamato a dare il tutto per tutto.

Sono quattro i minuti di recupero assegnati dall’arbitro e le padrone di casa li sfruttano tutti. È infatti da un cross di Filangeri al 94′ che la spizzata di Goldoni diventa vincente e supera Capeletti, che nulla può per evitare il pareggio. Sassuolo – Parma finisce 2-2, in una partita di grande equilibrio di gioco e di valori in campo, che però, ai fini della classifica, non può soddisfare nemmeno una delle parti. Soprattutto il Parma, che si ritrova fanalino di coda in questa Serie A.

 

Ti potrebbe piacere anche
Il Parma in casa supera di misura il Como
Roma-Sassuolo: dominio giallorosso, Sassuolo ammutolito
Milan Inter
Inter trionfa nel Derby femminile contro il Milan
Lázaro
Paloma Lázaro ai saluti con la Roma, direzione Parma

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: