Italian English French Spanish 
Home > Campionati > Como-Fiorentina, sofferenza e tre punti viola

Como-Fiorentina, sofferenza e tre punti viola

La Fiorentina deve riprendersi dalla brutta figura contro il Milan, mentre il Como cerca altri punti contro le big dopo il pareggio d’oro a Torino con la Juventus. Tutte e due cercano i tre punti, l’una con un occhio al Vismara dove c’è la gara tra Milan e Roma, l’altra per proiettarsi il più possibile in zona salvezza.

Kajan ha subito il privilegio di siglare il gol più veloce di questo campionato di Serie A. La Fiorentina si porta infatti sullo 0-1 dopo venti secondi capitalizzando un errore di Rizzon. Boquete allarga, Kajan conclude non lasciando scampo a Korenciova. La Fiorentina è assolutamente galvanizzata e il Como in bambola. Dopo nemmeno 4′ Longo fa già 0-2, con un destro volante solo deviato dall’estremo difensore. ottimo il suggerimento da destra di Parisi ma troppo sola l’ex Milan al centro dell’area.

Al 12′ c’è una primo tentativo del Como con Pavan, che recupera palla su errore di Schroffenegger ma non trova lo specchio. Si rilassa un pò la Fiorentina, e costringe il suo portiere ad un ottimo intervento su Beccari da posizione defilata, disturbata da Erzen. Il Como comunque è sempre molto frenetico e non riesce ad essere pulito in fase offesiva, affidandosi spesso ai contropiedi mentre la Fiorentina gestisce con calma la partita.

La squadra di Panico però va avanti a vampate, e al 32′ Boquete disegna come al solito il suo calcio, mandando sola davanti a Korenciova Kajan, che conclude però con un sinistro che sibila il palo. Altra grandissima occasione per la Viola. Con il Como che non trova mai lo specchio della porta e la Fiorentina che intrepreta egregiamente il match, il primo tempo termina dopo 1′ di recupero.

Como-Fiorentina, secondo tempo

Certamente per cercare di agguantare il pareggio il Como deve cambiare marcia, e nel secondo tempo cerca di alzare il più possibile il baricentro. La squadra di De La Fuente così, prova a mettere in difficoltà la Fiorentina con un pressing alto e giocando la propria partita con il possesso. La squadra di Panico dal canto suo cerca di addormentare il più possibile la partita con il solito motore estroso del centrocampo Boquete attraverso la quale passa ogni pallone delle sue.

Le fiammate Viola però fanno la differenza in questa partita, e un pallone recuperato ed imbucato da Johannsdottir viene capitalizzato da un sinistro chirurgico di una Miriam Longo in stato di grazia. All’ora di gioco è doppietta per lei.

Al 67′ un’altra occasione per il Como, con Kubassova che gira un ottimo cross dalla destra di Beccari (tra le migliori delle sue), anche se viene tutto vanificato dal braccio alto dell’arbitro che segnala il fuorigioco dell’attaccante. Proprio al 72′ la svedese Karlenas sigla la rete dell’accorcio per il Como, insaccando in tuffo di testa un cross al bacio di Borini.

Il Como allora si gioca il tutto per tutto e, galvanizzato, spaventa la Fiorentina con un’azione in solitaria assolutamente sontuosa di Beccari: costretta al super intervento Schroffenegger. Proprio la numero 9 riapre definitivamente la partita facendo 2-3 con un supergol che gela la Fiorentina su suggerimento di Karlenas all’84′. Partita incredibile ed interminabile a Como.

Dopo tanta paura per la Viola di Panico e delle speranze vane per il Como di De La Fuente (che gioca comunque una partita di grandissimo carattere), la partita finisce con 4′ di recupero e tanto, tantissimo divertimento da parte degli spettatori imparziali.

Como Women: Korenciova; Ceccotti, Rizzon, Pastrenge (Kubassova 46′), Borini; Karlenas, Hilaj, Picchi (Carravetta 63′); Di Luzio (Beil 63′), Beccari, Pavan (Rigaglia 63′). A disp. Beretta, lipman, Liva, Cavicchia, Bianchi, Kubassova, Carravetta, Rigaglia, Beil. All. De La Fuente

Fiorentina Women: Schroffenegger, Erzen, Agard, Tortelli, Cafferata; Johannsdottir (Mijatovic 84′), Parisi (Monnecchi 68′), Kajan (Sabatino 68′), Boquete (Giacobbo 84′), Severini, Longo (Breitner 68′). A disp. Russo, Vitale, Mijatovic, Breitner, Giacobbo, Corazzi, Monnecchi, Sabatino, Menta. All. Patrizia Panico.

Marcatrici: Kajan 1′ (F), Longo 4′, 60′ (F), Karlenas 72′ (C), Beccari 84′ (C).

Ammonizioni: Severini 69′ (F), Karlenas 81′ (C)

Ti potrebbe piacere anche
Il Parma in casa supera di misura il Como
Roma-Sassuolo: dominio giallorosso, Sassuolo ammutolito
Juventus-Sampdoria
La Juventus vince facile sulla Samp
Paloma Lázaro
Paloma Lázaro è ufficialmente del Parma

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: