Italian English French Spanish 
Home > Campionati > Il San Marino non molla e batte la Pink Bari

Il San Marino non molla e batte la Pink Bari

Pink Bari-San Marino

Al Campo Comunale Antonucci resta ancora viva la fiammella della speranza per la San Marino Academy, pronta a giocarsi le residue possibilità di rimanere in Serie A. Molto però dipenderà dal risultato del Napoli contro il Verona. Infatti, se le azzurre dovessero vincere contro le veronesi, per le Titane sarebbe retrocessione insieme alla Pink Bari, rivale di oggi, già in Serie B ma pronta a dare battaglia per l’orgoglio.

Inizia la partita, a dare il primo calcio al pallone è la Pink Bari in divisa rossa. Al decimo minuto si fanno aventi le Titane; calcio piazzato da posizione centrale, parte Corazzi e serve una palla morbida sul secondo palo, dove una solitaria Venturini segna da due passi. Ma la rete viene annullata per fuorigioco. Le biancoazzurre continuano ad attaccare, con la Pink Bari che non riesce a superare la propria metà campo. Al 21′ chiusura provvidenziale in scivolata di Silvioni a murare il tiro di Barbieri; da calcio d’angolo parte un cross verso il centro, Baldini colpisce male di testa ma la palla rimane lì.

Dopo solo un minuto ci prova ancora il San Marino; Baldini da fuori area controlla il pallone e se lo sposta sul mancino, dando una forte traiettoria a rientrare verso l’incrocio dei pali, ma Difronzo vola a mano aperta a negare la gioia del gol. Fatica tantissimo la Pink Bari a controllare il pallone, regalandolo spesso alle avversarie che continuo a premere cercando un gol importantissimo. Al 29′ arriva la prima sostituzione della partita; esce Cramer, dentro Capitanelli. Mezz’ora di dominio biancoazzurro, ma la squadra di Conte non riesce a trovare la via del gol. Al 42′ arriva il vantaggio del San Marino; sugli sviluppi di un corner battuto da Corazzi, la palla viene indirizzata sul secondo palo dove Baldini svetta di testa e riesce a mandarla in rete. L’arbitro fischia due volte e manda le squadre negli spogliatoi dopo un minuto di recupero.

Il secondo tempo si apre con una doppia sostituzione per la squadra di mister Mitola, escono Strisciuglio e Carravetta ed entrano Ketiš e Novellino. Ritmi piuttosto bassi rispetto al primo tempo in questo avvio di ripresa. Il San Marino continua a giocare e mantenere il pallone, mentre le biancorosse sembrano aver perso mordente. Al 51′  all’improvviso segna Capitanelli; Larenza lascia partire un lancio in profondità per lo scatto di Capitanelli, buca Micciarelli l’intervento di testa e così Capitanelli riesce a toccare la palla quanto basta per eludere Salvi. Quattro minuti dopo Conte prova a dare la carica con la prima sostituzione: scende De Sanctis ed entra Muya in fascia.

Dieci minuti dopo il pareggio si riportano avanti le Titane. Ancora da calcio d’angolo battuto da Corazzi, corto sul primo palo, Capitanelli cerca di allontanare il pallone, ma in seconda battuta c’è Brambilla che calcia al volo e segna. Al 62′ cerca subito di reagire la formazione pugliese con un tiro potente da fuori area, su una respinta non pulitissima della difesa avversaria dopo un corner; palla fuori non di molto dallo specchio della porta. Nuovo cambio per il Pink Bari: fuori Parascandolo e dentro Quazzico. Superata l’ora di gioco: partita ora accesa per il botta e risposta emotivo tra le due squadre.

Il San Marino sfiora il terzo gol; tre tentativi nella stessa azione. Prima Barbieri approfitta di un disimpegno errato della difesa biancorossa, ma trova Difronzo in uscita, poi di nuovo Barbieri calcia in porta, ma trova il muro di Capitanelli, poi cerca la testa di Muya la quale non riesce a deviare la palla in rete. Al 71′ nuovo cambio per il tecnico Conte: toglie Rigaglia ed entra Vecchione. Cambia ancora la Pink Bari: esce Zecca ed entra Buonamassa. Ultimo quarto d’ora di gioco: tanta tensione in campo ora da parte di San Marino Academy, che cerca di chiudere definitivamente i conti. Ultimi minuti di grande intensità in campo: la Pink Bari ora lotta su ogni pallone per strappare un punto per il morale, ma il San Marino Academy non può permetterselo. Due sostituzioni per il San Marino Academy: escono Corazzi e Barbieri  ed entra Nozzi  e Chandarana.

Dopo più di sei minuti di recupero l’arbitro fischia tre volte: il San Marino Academy vince sulla Pink Bari per due a uno.

Al Campo Comunale Antonucci passa il San Marino Academy con tre punti fondamentali per giocarsi la permanenza in Serie A. Una partita controllata a larghi tratti dalle giocatrici biancoazzurre, in particolare nel primo tempo, chiuso in vantaggio allo scadere con la rete di Baldini su calcio d’angolo. Nella ripresa, però la Pink Bari fa vedere gli spettri con il cambio azzeccato dall’allenatrice Mitola di Capitanelli. L’apprensione però si spegne quando Brambilla riporta in vantaggio la sua squadra ancora da corner. Una vittoria preziosa che consente alla squadra di Conte, complice il contemporaneo pareggio del Napoli a Verona, di giocarsi tutto nei restanti novanta minuti di campionato.

La Pink Bari non aveva più nulla da chiedere al campionato, tranne interrompere una lunghissima striscia negativa di sconfitte. Invece il San Marino Academy, con la voglia di rimanere in Serie A, stoppa la serie cinque sconfitte consecutive e rimane ancora in gioco per la salvezza. Nel prossimo e ultimo turno di campionato, la Pink Bari saluterà la massima divisione sul campo della Florentia, mentre il San Marino Academy si giocherà la salvezza in casa contro la Fiorentina, con il Napoli impegnato nel “derby del Sole” casalingo contro la Roma.

Formazioni:

PINK BARI (3-5-2): Difronzo – Cramer, Enlid, Silvioni – Marrone, Strisciuglio, Parascandolo, Larenza, Carravetta – Helmvall, Zecca. A disposizione: Buonamassa, Capitanelli, Ceci, Ketis, Lea, Matouskova, Myllyoja, Novellino, Quazzico. All.: Cristina Mitola.

SAN MARINO ACADEMY (4-4-1-1): Salvi – Venturini, Micciarelli, Kunisawa, De Sanctis – Menin, Corazzi, Brambilla, Baldini – Rigaglia – Barbieri. A disposizione: Bonora, Cecchini, Chandarana, Ciccioli, Giuliani, Muya, Nozzi, Rossi, Vecchione. All.: Alain Conte.

Marcatrici:

42′ Baldini (S), 51′ Capitanelli (P), 61′ Brambilla (S)

Ammonizioni:

40′ De Sanctis (S), 57′ Larenza (P), 67′ Marrone (P)

Ti potrebbe piacere anche
Chiara Manca
Chiara Manca arriva al Pomigliano
Sena Das Neves Tatiely Cristina
Nuovo colpo in attacco per il Pomigliano
Lina Hurtig
Lina Hurtig: una maxi-offerta dall’Inghilterra
Dalila Ippólito
Dalila Ippólito saluta il Pomigliano

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: