Italian English French Spanish 
Home > Campionati > L’entusiasmante sfida tra Roma e Juventus finisce 1-2 per le ospiti

L’entusiasmante sfida tra Roma e Juventus finisce 1-2 per le ospiti

Una delle partite più attese quella tra Roma e Juventus, andata in scena il 2 ottobre alle ore 14:30. Le giallorosse hanno alle spalle il loro miglior inizio di stagione di sempre, le bianconere invece vogliono continuare la striscia di vittorie consecutive.

Le sfide precedenti in Serie A tra le due squadre sorridono alle bianconere, che in 5 partite hanno portato a casa solo vittorie, con un punteggio complessivo di 14-1. Dall’altra parte, la Roma è l’unica squadra che nella scorsa stagione è riuscita a mettere KO la Vecchia Signora, soffiandole il passaggio in finale di Coppia Italia, vinta poi dalle giallorosse. In campo vedremo anche le due rispettive ex della sfida: Benedetta Glionna, passata dalla Juventus alla Roma, e Agnese Bonfantini, che ha svolto il percorso inverso.

Le formazioni.

Roma (): Ceasar, Di Guglielmo, Swaby, Linari, Bartoli (C), Thaisa, Greggi, Serturini, Andressa, Glionna, Pirone.

Coach: Alessandro Spugna.

Juventus (4-3-3): Peyraud-Magnin, Hyyrynen, Lenzini, Salvai (C), Boattin, Rosucci, Pedersen, Cernoia, Bonansea, Girelli, Hurtig.

Coach: Joe Montemurro.

Primo tempo.

La prima azione passa per i piedi di Glionna, su una palla sbagliata della difesa bianconera, prova un tiro dalla distanza che trova Peyraud-Magnin. Timida la risposta della Juventus, che tenta di superare il fitto centrocampo giallorosso con dei lanci lunghi. Uno di questi trova Bonansea, la quale, defilatasi sulla sinistra, serve un cross per una rovesciata di Hyyrynen, ma non riesce a coordinarsi. La sfida si fa subito avvincente al 6′, entrambe le squadre si fanno vedere aggressive sulle fasce, con Serturini e Bonansea. Arriva una palla tesa di Glionna su Pirone, solo un ottimo intervento di Lenzini impedisce alla numero 9 di girarsi e tirare. Dopo poco, la numero 11 bianconera tenta uno slalom ai danni di Greggi, che invece salva tutto.

Ancora un errore della Juventus a centrocampo, Pirone recupera palla e serve una palla troppo larga per Serturini, che riesce lo stesso a rimetterla in mezzo per la numero 9: colpo di testa e palla fuori, prima grande occasione del match. Partita giocata a viso aperto da entrambe le formazioni, che però fino al 28′ stentano a creare grandi occasioni da gol. Proprio in questo minuto Glionna salta Salvai, serve Greggi che tira in porta: Peyraud-Magnin para senza trattenere, la palla diventa buona per Di Guglielmo, la quale insacca da sottomisura. 1-0 per la Roma. La Juventus fatica a reagire, non trova gli spazi giusti a centrocampo grazie all’ottimo posizionamento giallorosso.

Passaggio filtrante di Glionna per Andressa, pericolosissimo per la difesa bianconera, che rischia molto: Peyraud-Magnin salva. Reagisce subito la Juventus, con un cross insidioso deviato dalla difesa avversaria, Hyyrynen non si accontenta dell’angolo e crossa nuovamente: la Roma ne approfitta, recupera palla e con un contropiede che per poco non si trasforma in gol. Aumenta l’intensità bianconera, che va vicina al gol con Girelli di testa, ma prende l’esterno della rete.

Il primo tempo finisce con la Roma meritatamente in vantaggio, in una partita entusiasmante e senza esclusione di colpi. Posizionato molto bene il centrocampo giallorosso, grande fonte di palloni recuperati, grazie alle ottime prestazioni, tra le altre, di Glionna e Greggi. Juventus propositiva, ma non abbastanza aggressiva sui palloni in mezzo al campo e imprecisa sulle linee di passaggio in attacco e in difesa.

Secondo tempo.

La prima azione della seconda frazione di gioco passa tra i piedi di Hurtig, che non trova lo specchio della porta. Bonansea perde palla in attacco, innescando il contropiede di Serturini, la quale si defila sulla sinistra e tira su Peyraud-Magnin, che para senza trattenere: stavolta non c’è nessuna giallorossa per il tap-in. Vicina al gol la Juventus su sviluppo di un calcio d’angolo, Bonansea riesce a colpire ma la palla è deviata.

Punizione pericolosa per la Juventus alla destra dell’area di rigore, Cernoia sceglie il passaggio invece del tiro, che non trova il tocco vincente. Serturini continua a correre sulla sinistra, tenta il tiro a giro di destra, ma è troppo debole e finisce tra le braccia dell’estremo difensore bianconero. Da un’azione pericolosa, sempre di Serturini, nasce un contropiede insidioso della Juve con Bonansea, la quale serve Girelli che trova un passaggio filtrante per Cernoia, che viene fermata da Di Guglielmo. Le bianconere cominciano a essere più aggressive: al 65′ un’ottima azione corale guidata da Boattin regala un pallone invitante per Rosucci, che tira sotto l’incrocio. Con la complicità del palo, è 1-1.

Punizione per la Roma guadagnata da Serturini, diventa un cross pericoloso di Andressa, smanaccia Peyraud-Magnin. La partita ora vede una Juventus più pericolosa e propositiva, ma ci crede ancora la squadra di casa. Grande azione corale della Juventus, Girelli recupera palla sulla trequarti e serve Bonansea, la quale torna dalla numero 10 che prova a scucchiaiare per Hurtig, risolve tutto Swaby.

Azione pericolosa della Juventus, condotta da Bonfantini appena entrata, la quale cerca il fondo per servire Staskova, ma viene fermata da Linari. Ancora Bonfantini al 85′ che parte in velocità e cerca l’angolino basso, salva tutto Ceasar buttando in calcio d’angolo. Sugli sviluppi dello stesso, un tiro pericolosissimo di Lundorf viene deviato, para ancora l’estremo difensore della Roma, che per poco non subisce l’agguato di Girelli.

Assedio della Juventus, ancora calcio d’angolo che trova all’86′ la testa di Staskova, che insacca sul primo palo. 1-2 della Juventus. Frenetica ora la reazione della Roma, che cerca di rifarsi subito sulla trequarti. Gli ultimi minuti vedono una nuova occasione per la Juventus, con Bonfantini che cerca il passaggio in area per l’inserimento di Pedersen, la quale inciampa e non riesce ad impattare.

Partita tesa e dinamica quella tra Roma e Juventus, che vede spiccare parecchie prestazioni di livello. Tra queste, grande partita di sostanza quella di Glionna, che si fa trovare sempre pronta, pericolosa ed imprevedibile. Cercata spesso con ottimi risultati Serturini, che macina chilometri sulla fascia sinistra e dà molti pensieri alla difesa bianconera. Menzioni onorevoli per le prestazioni di Di Guglielmo, che segna il primo gol con la Roma, e di Greggi, che si fa trovare ovunque e vince contrasti fondamentali.

Dall’altra parte, la Juventus esce nel secondo tempo, grazie ad un importantissimo gol di Rosucci che ristabilisce la parità. Buone prestazioni di Bonansea e Girelli, che creano problemi alla difesa avversaria, seppur la numero 10 abbia poche occasioni da sfruttare. Ottimo l’impatto di Bonfantini e di Staskova sul match, quest’ultima entra e decide la partita con un colpo di testa di buona fattura.

Ti potrebbe piacere anche
UWCL
I sorteggi dei gironi di Champions
Juventus Pomigliano
La Juventus conquista tre punti importanti contro il Pomigliano
Lucia Di Guglielmo
Lucia Di Guglielmo ferma ai box
Juventus-Koge, bianconere qualificate ai gironi

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: