Italian English French Spanish 
Home > Campionati > Top 11 della prima giornata di Serie A

Ecco la Top 11 della prima giornata di questa Serie A Femminile.

Top 11 (4-3-3) Ceasar, Erzen, Fordos, Philtjens, Tortelli, Pandini, Rincon, Caruso, Bergamaschi, Marinelli, Giacinti.

A disposizione. Capelletti, Aguirre, Pisani, Cziszar, Rusucci, Cernoia, Martinez, Lundin.

Ceasar: se la sua squadra non subisce neppure una rete è soprattutto merito suo. Sempre attenta e concentrata, anche quando la partita sembra addormentarsi lei resta sveglia. Come al solito una certezza.

Erzen: si rende protagonista di una buona partita, creando spesso pericoli per l’area dell’Inter.

Fordos: sventa la maggior parte dei pericoli della Lazio e tiene in piedi da sola un reparto difensivo con diverse falle. Miracolosa.

Philtjens: sulla fascia è imprendibile. Riesce spesso a creare incursioni nell’area viola e anche in difesa fa la sua parte.

Tortelli: riesce a dare un po’ di ordine al reparto arretrato.

Rincon: a centrocampo semina il panico tra le fila della Lazio. Segna un gol, fa l’assist per l’1-0 di Martinez e tante tante giocate determinanti. Regina del centrocampo.

Caruso: sempre nel posto giusto al momento giusto. La doppietta parla per lei.

Bergamaschi: L’esterna rossonera è stata la spina nel fianco delle scaligere, con la sua corsa lungo la fascia destra. Ha fornito un assist per la quarta rete rossonero e ha segnato una rete con una bella azione in solitaria.

Marinelli: segna un gol dopo una splendida imbeccata di Portales Nieto. Avrebbe anche occasione di siglare una doppietta, ma viene ipotizzata da Aguirre

Giacinti: Il capitano ha realizzato una doppietta, procurandosi anche il rigore. Ha cercato la tripletta personale, ma Gritti gli ha negato la gioia.

 

Capelletti: chiude la porta in faccia a Serturini e alle romaniste in ogni occasione. Peccato per i tre autogol presi

Aguirre: subisce tre gol, ma ne salva altrettanti. Strepitosa in due occasioni quando nell’uno contro uno riesce a ipnotizzare prima Brustia e poi Marinelli

Pisani: salva la sua squadra in un paio di occasioni, basta per regalare alla Samp la prima vittoria della sua storia. Gestisce un reparto comunque perfetto. Impeccabile.

Cziszar: viene schierata inizialmente in difesa da Guarino e sbaglia pochissimo. Poi si sposta a centrocampo e si fa vedere di più. Jolly.

Cernoia: semplicemente classe. Macina gioco e si libera di ogni pressing con un’eleganza inaudita. Precisa.

Rosucci: non solo per il gol, il centrocampo era praticamente sotto il suo controllo. Sempre presente e costante.

Martinez: segna un gran gol per sbloccare la partita e ne sfiora almeno altri due. Corre per tutta la partita e si ferma solo un volta richiamata in panchina. Insaziabile.

Lundin: contribuisce al tre a zero dell’Inter con un gol al 68′ e lavora tanto per la squadra, con la palla e senza.

Ti potrebbe piacere anche
Altra assenza per le Azzurre contro la Romania
Martín
Calciomercato: Martín verso il Pomigliano
Betty Vignotto
Esclusiva CFITA-Betty Vignotto: “Non mi poteva capitare società migliore”
Valentina Cernoia
Juventus: le condizioni di Valentina Cernoia

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: