Italian English French Spanish 
Home > Interviste > ESCLUSIVA CFITA- PAOLO FOGGI, COFONDATORE DELLA MAPA SPORTS AGENCY, ANALIZZA IL MERCATO INVERNALE

ESCLUSIVA CFITA- PAOLO FOGGI, COFONDATORE DELLA MAPA SPORTS AGENCY, ANALIZZA IL MERCATO INVERNALE

MAPA SPORTS AGENCY

Il mercato invernale si è da poco aperto, dopo i grandi movimenti dell’ultimo mercato estivo, ci siamo domandati se anche questo mercato porterà a grandi cessioni e acquisti, all’interno dei campionati italiani. Lo abbiamo chiesto a Paolo Foggi, fondatore insieme a Matteo Baggio della Mapa Sports Agency.

Ha notato differenze tra il mercato di questa stagione e quello delle scorse?

“Ho notato una tendenza dei top club ad alzare il livello dei propri organici. Sta venendo fuori un campionato avvincente e ne sta beneficiando anche la Nazionale”.

Con serie C e primavera ferme, cosa cambierà nel mercato?

“Beh sicuramente un po’ più di disponibilità di calciatrici per trasferirsi (magari in prestito) in categorie superiori. Certamente si parla eventualmente di ragazze di livello ottimo”.

Nel 2022 con tutta probabilità le calciatrici diventeranno professioniste, cambierà qualcosa nel mercato?

“Sicuramente cambierà e me lo lasci dire: era l’ora. La cancellazione del vincolo sportivo ed il passaggio al professionismo saranno i due step fondamentali per il definitivo salto di qualità del nostro calcio femminile”.

Come stiamo vedendo la Serie B è soggetta a molti rinvii, secondo lei vale la pena continuare o sarebbe meglio sospendere il campionato?

“Questi continui rinvii sono necessari per il problema Covid ma credo che la sospensione del campionato sarebbe deleteria. L’importante è il pieno rispetto del protocollo sanitario, da parte di tutti. Non devono assolutamente fermarlo, come sarà giusto far ripartire il campionato di Serie C ed i settori giovanili”.

Ha mai sentito parlare di Olivia, la bambina che ha scritto una lettera per giocare a calcio? Cosa ne pensa a riguardo?

“Certo che ho letto della piccola Olivia. Oggi è molto diverso rispetto ad un po’ di anni fa; allora le bimbe giocavano con i maschietti fino all’età adolescenziale, oggi non mancano settori giovanili femminili. Quindi non credo che per Olivia tardi ad arrivare l’opportunità di poter giocare in un settore giovanile femminile”.

Lei e la sua agenzia state già lavorando a dei movimenti di mercato?

“La nostra Agenzia si sta muovendo sul mercato per alcuni “aggiustamenti” ma non prevedo grossi movimenti. Grande merito va anche al mio collega Matteo Baggio che con il suo incessante lavoro sta facendo anche un grande lavoro di scouting”.

Gli arrivo delle calciatrici straniere in Italia è in continuo aumento, cos’è che le spinge a venire qui?

“L’arrivo delle giocatrici straniere in Italia può solo essere positivo per tutto il movimento. Naturalmente devono essere di livello per “aiutare” il movimento a crescere. Come dicevo prima, con il passaggio al professionismo sono certo che avremo il definitivo salto di qualità grazie finalmente all’arrivo nel nostro campionato di calciatrici straniere top”.

Il mercato invernale è stato prolungato fino a febbraio, secondo lei perché è stata fatta una questa scelta?
“Il mercato è stato prolungato per dare più tempo ai club di fare le giuste valutazioni. Non dimentichiamoci mai che stiamo vivendo una pandemia, che condiziona e condizionerà la nostra vita. Quindi ben venga questo prolungamento di mercato”.

Con l’apertura del mercato invernale, gli acquisti e le cessioni secondo lei saranno minori?

“Secondo me non ci saranno grandi movimenti ma solo piccoli aggiustamenti che serviranno sopratutto per coprire delle mancanze o sopperire ad infortuni. Ma non mi aspetto grossi “botti di mercato””.

La redazione di Calcio Femminile Italia, ringrazia Paolo Foggi per la disponibilità e si unisce con cordoglio alla scomparsa della moglie Antonella di soli 53 anni.

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: