La Roma recupera una gara difficile sul campo del Bayern

Allo stadio Grünwalder di Monaco di Baviera, la Roma inizia il girone C di Champions League affrontando le tedesche del Bayern Monaco, attuali campionesse di Germania.

Passano appena 10 minuti e Jovana Damnjanović conclude da terra, ma il tiro è debole e Camelia Ceasar blocca la sfera.

Tre minuti dopo è Évelyne Viens a tentare il tiro in area, ma la conclsuidone termina alta. Occassione sprecata per la canadese

Al 20′ punizione per le tedesche con Linda Dallmann che trova la testa di Giódis Viggosdóttir, con la punta del piede, e forse in posizione di fuorigioco, c’è Jovana Damnjanović che scrive l’1-0 per le bavaresi.

La Roma non si demoralizza e cinque minuti più tardi Manuela Giugliano serve basso in area Laura Feiersinger, ex del match, che davanti a Maria-Luisa Grohs calcia alto.

Al 44′ Emilie Haavi tenta il tiro in diagonale e palla che non entra in porta per poco.

Al quarto minuto di recupero del primo tempo, Nathalia Naschenweng tira in porta, palla che colpisce Elena Linari e arriva l’autogol giallorosso che è sinonimo di 2-0 per la squadra tedesca.

Al 50′ Lea Schüller davanti a Ceasar si vede il tiro deviato dal portiere romeno, palla che avanza verso la porta e Linari allontana evitando la terza rete tedesca.

Otto minuti dopo Giugliano serve lungo Évelyne Viens che entra in area, tira basso e segna il gol del 2-1 romanista.

Al 71′ Linda Dallmann tenta la conclsuione in diagonale davanti a Cesar e palla che sfiora il palo. Occasione sprecata dal Bayern.

Al 78′ Viens passa in mezzo a due avversarie, entra in area, ma Grohs blocca la palla.

Al minuto 84 Sydney Lohmann riceve un cross basso di Bühl e davanti alla porta trova la conclsuione che Moeka Minami salva sulla linea.

Al primo minuto di recupero Manuela Giugliano entra in area, calcia, Grohs respinge, ancora la numero 10 giallorossa e palla che termina in rete. Gol del 2-2, la Roma pareggia i conti.

Tre minuti dopo, angolo battuto da Giugliano, colpo di testa di Elisa Bartoli che Naschenweng respinge sulla linea.

Termina quindi in parità con una splendida rimonta la prima gara di Champions delle lupacchiotte in casa della quarta squadra più forte d’Europa.

La prossima sfida europea per le giallorosse sarà giovedì 23 novembre al Tre Fontane contro le olandesi dell’Ajax alle ore 21,00. Prima però le lupacchiote giocheranno in campionato, più precisamente domenica 19 novembre alle ore 12,30 contro il Sassuolo all’Enzo Ricci per l’ottava giornata di serie A.

Le formazioni:

BAYERN MONACO (4-2-3-1):

Maria-Luisa Grohs 22, Giulia Gwinn 7, Giódis Viggosdóttir 4 (C), Magdalena Eriksson 5, Nathalia Naschenweng 19, Sarah Zadrazil 25, Georgia Stanway 31, Linda Dallmann 10 (Lina Magull 16), Jovana Damnjanović 9, Clara Bühl 17, Lea Schüller 11 (Sydney Lohmann 12).

Coach: Alexander Straus

ROMA (4-3-3):

Camelia Ceasar 12, Eseosa Aigbogun 14 (Elisa Bartoli 13), Moeka Minami 2, Elena Linari 32, Lucia Di Guglielmo 3, Manuela Giugliano 10 (C), Saki Kumagai 8, Laura Feiersinger 23 (Giada Greggi 20), Évelyne Viens 7, Valentina Giacinti 9 (Bárbara Latorre 19), Emilie Haavi 11.

Coach: Alessandro Spugna

Reti: 20′ Damnjanović (Bayern Monaco), 45’+4′ Linari autogol (Bayern Monaco), 58′ Viens (Roma), 90’+1′ Giugliano (Roma).

Ammonizioni: Naschenweng (Bayern Monaco), Giugliano (Roma), Ciocchetti (tema manager Roma), Stanway (Bayern Monaco), Latorre (Roma), Spugna (Roma).

Arbitro: Rebecca Welch della fedarazione inglese

Una Risposta

  • Sembrava una partita dove tutto era contro. Un arbitro scandaloso, una rete in fuorigioco netto, un sfortunato autogol. Che carattere, che forza, mai domate, che coraggio e la Roma pareggia e per poco vinceva con il colpo di testa di Bartoli salvato sulla linea. Tutte bravissime. Questo è il girone più duro che sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *