Italian English French Spanish 
Home > Europeo > Italia 1-1 Islanda
Italia

Dopo l’amara sconfitta che ha aperto il torneo per le Azzurre di Milena Bertolini, ecco la seconda sfida contro le Impegnative avversarie islandesi.

Formazione Italia: Giuliani, Gama, Linari, Di Guglielmo, Bergamaschi, Boattin, Rosucci, Simonetti, Caruso, Giacinti, Piemonte ; Panchina: Sabatino, Schroffenegger, Bonfantini, Lenzini, Filangeri, Bartoli, Galli, Giugliano, Durante, Bonansea, Girelli. (All. Bertolini).

Formazione Islanda: Sigurðardóttir, E. Vidarsdóttir, Viggósdóttir, G. Jónsdóttir, Gunnarsdóttir, Vilhjálmsdóttir, Thorvaldsdóttir, Brynjarsdóttir, Gísladóttir, Gudr. Arnardottir, S. Jónsdóttir;  Panchina: Sveinbjörnsdóttir, Atladóttir, Sigurdardóttir, Magnúsdóttir, Jóhannsdóttir, Jensen, Albertsdottir, Gunnlaugsdóttir, Gudn. Árnadóttir, Gudmundsdóttir, Jacobsen Andradóttir. (All. Halldórsson)

Primo Tempo

Partenza da dimenticare, tornano i fantasmi della Francia per le Azzurre con un’analogia: Gama allontana debolmente e Vilhjálmsdóttir trova subito l’1-0 al 3′, la differenza sta nel fatto che per questo gol l’Islanda usa lo schema del fallo laterale di Jónsdóttir, lunghissimo a spiovere in area visto anche contro il Belgio. Le islandesi continuano a vedersi dalle parti della porta azzurra, ma è doveroso un cenno a qualcosa che non succede in campo ma sugli spalti, infatti i tifosi islandesi (inarrestabili per tutto il tempo) al quarto d’ora di gioco si esibiscono in una coreografia da brividi. Questa coreografia paradossalmente sembra però dare il via a una scia positiva per l’Italia che spinge per quasi venti minuti le avversarie nella propria metà campo con molte occasioni interessanti e pericolose. Se da principio l’Islanda era molto fallosa sulla propria trequarti gli ultimi minuti diventano estremamente fisici con scontri da entrambi i lati, cosa che porta il primo tempo a chiudersi con le Azzurre che rimangono in ogni caso sotto di un gol.

Secondo Tempo

Prima di iniziare per le Azzurre esce subito Caruso ed entra Bonansea, ma è un inizio decisamente migliore sotto ogni aspetto con l’Italia che spinge bene e con continuità tra le poche incursioni islandesi. Altro cambio per l’Italia al 52′ con Piemonte che lascia spazio a Girelli, l’Islanda al 57′ fa un duplice cambio con Jóhannsdóttir e Albertsdottir che entrano al posto di Thorvaldsdóttir e Jónsdóttir, mentre un minuto più tardi ancora l’Italia sostituisce Gama con Bartoli. Non ci vogliono molti minuti affinché la spinta dell’Italia si concretizzi e al 62′ arriva finalmente l’1-1 di Valentina Bergamaschi su assist di Bonansea. Se si è parlato del tifo islandese prima, ora è quello italiano che sovrasta il campo e spinge le Azzurre più e più volte vicinissime al gol del vantaggio. Altro cambio per l’Islanda al 77′: esce Gunnarsdóttir ed entra Gudmundsdóttir, invece all’85′ per l’Italia entra Sabatino al posto di Giacinti. In questi ultimi cinque minuti l’Islanda si riavvicina pericolosamente al gol con due occasioni clamorose fallite, la squadra dunque tenta l’ultimo doppio cambio all’88′ (Magnúsdóttir e Gunnlaugsdóttir al posto di Vilhjálmsdóttir e Gísladóttir) ma il risultato rimane pari fino alla fine dei 3 minuti di recupero concessi.

Mettere a segno un solo punto è più amaro che dolce: sicuramente Belgio e Islanda hanno ancora davanti la Francia che punta a vincere il girone a pieno punteggio, ma dall’altra parte vincere oggi significava bloccare il massimo punteggio delle islandesi a 4 punti con lo scontro diretto a sfavore. Manca il terzo capitolo per scoprire se in questa avventura le nostre Azzurre potranno proseguire rilanciandosi nella fase a eliminazione diretta.

 

Ti potrebbe piacere anche
Elena Linari
Le condizioni mediche di Elena Linari
Nazionale
Cambi di convocazioni in nazionale
Nazzarena Grilli
Le azzurrine convocate dalla ct Grilli
Convocate
Le 24 azzurre convocate dalla ct Bertolini

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: