Italian English French Spanish 
Home > Coppe > Coppa Italia > Milan, ancora un poker ai danni della Sampdoria

Milan, ancora un poker ai danni della Sampdoria

Piemonte

Milan e Sampdoria una settimana dopo, questa volta a Bogliasco, si rincontrano per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia, con le rossonere centrano la seconda vittoria su due partite con le blucerchiate.

La squadra di Maurizio Ganz vuole indirizzare subito la partita sui propri binari e ci prova con Valentina Bergamaschi e successivamente Laura Agard.

Antonio Cincotta, dopo il via libera, butta nella mischia Valentina Soggiu, arrivata dalla Juventus. Dopo pochi minuti, 4’, la diciannovenne mostra subito le sue abilità, compiendo un miracolo sul colpo di testa di Greta Adami.

Esattamente un minuto dopo, al 5’, la numero 36 blucerchiata non può nulla sul vantaggio rossonero. Dagli sviluppi di una punizione, causata da un’ingenuità di Veronica Battelani, Alia Guagni sola in mezzo all’area gonfia la rete.

La Samp, non deve farsi schiacciare, provando a creare qualche pericolo in fase offensiva. Detto fatto! La squadra di casa, piano piano, si affaccia verso la porta della ex Selena Babb.

Le azioni possono nascere direttamente dai piedi delle centrali di difesa, in particolare Giorgia Spinelli, con delle sventagliate per la corsa di Battelani. Oppure per vie centrali, con degli spunti personali di Yoreli Ricon.

Al 12′ proprio Batellani s’invola verso la porta, cade in area, il direttore non ha dubbi rigore e ammonisce anche Laura Fusetti. Dagli undici metri si presenta Rincon, che senza problemi segna.

Dopo il pareggio, la Samp comincia a dormire sugli allori e cominciano a piovere errori, tra cui due gravissime incomprensioni tra Soggiu e Spinelli, ma Lindsey Thomas non riesce a sfruttare del grande regalo.

Al 28’ il Milan confeziona un ulteriore grande occasione con Bergamaschi, che in accelerazione salta qualsiasi avversaria possibile, entra in area e conclude a rete, ma il tiro si stampa sulla traversa.

Le padrone di casa sono completamente in confusione e al 33’ arriva un altro pasticcio nella retroguardia, ma in questo caso risulta fatale. Dopo la conclusione di Christy Grimshaw, sporcata, la sfera arriva a Sara Thringe, completamente sola, mette un pallone sul primo, dove arriva come un treno Martina Piemonte, con Spinelli in totale ritardo.

All’intervallo Cincotta prova a cambiare qualcosa inserendo Ana Martinez al posto di Battellani. Proprio la nuova entrata si mette in proprio e prova a rendersi pericolosa con un cross basso.

L’ottima partenza della Samp piano piano si spegne, con un nuovo assalto del Milan. Al 49’ ancora Soggiu salva la situazione, mettendo le manone sulla botta di Guagni, mettendo la sfera in angolo.

Proprio dagli sviluppi di quell’angolo Laia Codina colpisce la seconda traversa di giornata per le milanesi.

Seppur l’atteggiamento della Sampdoria è completamente differente a quello della scorsa settimana, meno arrendevole e più propositivo, il Milan resta sempre superiore e continua a dimostrarlo minuto dopo minuto.

Al 61’, dopo l’ennesima galoppata del match, Bergamaschi viene atterrata da Emily Helmvall, che non è riuscita a fermare la corsa. La responsabilità se la prende Thomas, che dagli undici metri chiude il match.

Seppur il match è nelle loro mani, il Milan non ha intenzione di abbassare il ritmo. Prima ci prova Thomas con Soggiu para ancora, ma all’84′ succede di tutto. 

Dopo uno scatto si Bergamaschi, con Soggiu che esce all’impazzata, la capitana rossonera mette in mezzo, Nina Stapelfeldt viene buttata a terra, ma per il direttore di gara è tutto regolare.  

Man mano che il tempo scorre, la Samp molla sempre di più, fino a incassare il quarto gol. Al 92′, dagli sviluppi dell’ennesimo angolo Grimshaw segna il poker. Qualificazione alla semifinale centrata.  

Sampdoria – Milan 1 – 4 

Marcatrici: Guagni (M) 5’, Rincon (S) rig. 12’, Piemonte (M) 33’, Thomas (M) 61’, Grimshaw (M)  

Sampdoria: Soggiu, Rizza (Bursi 72’), Spinelli (CAP), Boglioni (Wagner 62’), Pisani, Fallico, Rincon (Seghir 72’), Battelani (Martinez 46’), Martinovic (Bargi 81’), Giordano, Helmvall. All. Cincotta 

Milan: Babb; Codina, Agard, Fusetti; Guagni (Longo 64’), Adami (Jane 71’), Grimshaw, Tringe; Thomas, Piemonte (Stepelfeldt 77’), Bergamaschi (CAP). All Ganz 

Ammonizioni: Fusetti (M) 11’, Pisani (S) 26’, Grimshaw (M) 44’ 

Ti potrebbe piacere anche
Sassuolo
Goldoni on fire: il Sassuolo vince ancora
Fiorentina Milan
Il Milan cala la goleada contro la Fiorentina
Roma-Sampdoria, giallorosse ancora in vetta
Tavagnacco-Pomigliano 1-6
Il Pomigliano segna sei gol al Tavagnacco

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: