Italian English French Spanish 
Home > Estero > Champions League > Camp Nou, il pienone per la Champions League

Camp Nou, il pienone per la Champions League

///
I commenti sono disabilitati
Camp Nou

Camp Nou sold out per il ritorno del quarto di finale di UWCL tra Barcellona e Real Madrid. Con circa 85 mila biglietti venduti, sperando che i tutti gli spettatori assistano all’evento, potrebbe diventare la partita, tra club, con più persone.  

La partita è in programma per il 30 marzo, ma gli ingressi sono “spariti” tutti nel giro di tre giorni e addirittura dopo 12 ore il numero di tickets venduti ammontava già a 50 mila.  

Già così è una notizia virale e un ulteriore crescita, ma se aggiungiamo, che la squadra maschile, in questa stagione, ha superato tale numero solo una volta, contro il Real Madrid, la situazione diventa uno smacco per molti.

Effettivamente si potrebbe pensare “ma come uno smacco”, ma a tutto questo c’è una spiegazione. 

Subito dopo aver confermato il Camp Nou come il “ring” della battaglia, parecchi “tifosi occasionali”, o meglio riconosciuti come “esiste solo il Barça maschile”, hanno cominciato a sminuire le ragazze di Jonatan Giraldez e prendersela con la società per tale scelta.  

I social, in primis Twitter, sono stati invasi da commenti pessimisti, dove auguravano di vedere lo stadio vuoto, con frasi del tipo “non riescono a riempire il Johan Cruyff figurati il Camp Nou” oppure “chi vuoi che vada se neanche le loro famiglie vanno a vederle”.  

La risposta non si è fatta attendere ed è arrivata sotto forma di fatti non di parole. Dopo alcune ore i “fenomeni da tastiera”, dopo aver visto il numero di ingressi venduti, erano già spariti dalla circolazione insieme ai loro tweet.   

La luce in fondo al tunnel

Fare sold out in uno dei principali stadi simbolo del calcio maschile, oltre ad essere la giusta maniera per azzittire tali persone, è l’aggiunta di un altro tassello chiave per il movimento.  

Intanto dalla prossima stagione, 2022/2023, la Primera Division diverrà ufficialmente un campionato professionistico, poiché tutti i club hanno trovato un accordo tra di loro per la creazione dello statuto.  

In più le persone cominciano ad avvicinarsi di più al calcio femminile. Tramite un “esperimento sociale” El Patio, un canale YouTube dedicato esclusivamente al calcio femminile spagnolo, ha dimostrato che se c’è la giusta visibilità il movimento di può espandere e anche velocemente. 

Nel video in questione, girato in strada, vengono fermate delle persone e chiesto a loro se conoscono la vincitrice del Pallone D’oro femminile. Quattro mesi prima hanno girato un video simile, chiedendo se conoscevano il nome della miglior giocatrice d’Europa, ma quasi nessuno ha saputo la riposta.  

Questa volta invece quasi tutti hanno saputo dire che la vincitrice è Alexia Putellas giocatrice del Barcellona. E’ incredibile come nel giro di quattro mesi la situazione sia cambiata così tanto.  

Quel Barcellona- Real Madrid, sarà un ulteriore punto d’inflessione, ma soprattutto sarà spettacolare. Un festival del calcio femminile, con gli spalti pieni sia di tifosi di Barça e Real sia di tifosi neutri, allo stadio per partecipare alla storia. 

Ti potrebbe piacere anche
Tutto fatto per Kosovare Asllani al Milan
Colpo del Barcellona: ecco Lucy Bronze!
Milan, colpo grosso: in arrivo Kosovare Asllani
Roma
Roma-Samp 8-0, una vittoria che vale la Champions
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: