Italian English French Spanish 
Home > Senza categoria > Illusione Fiorentina, ma blocca la Juventus sul 2-2

Illusione Fiorentina, ma blocca la Juventus sul 2-2

Sabato 22 gennaio, ore 14:30: va in scena un grande classico della storia recente del calcio femminile italiano, si sfideranno infatti Juventus e Fiorentina. Una partita in cui le posizioni molto divere in classifica sono relative, in quanto si tratta di un match da sempre sentito e combattuto. Bianconere alla ricerca dell’ennesima vittoria, Viola in cerca di rivalsa dopo una brutta sconfitta contro il Sassuolo: la sfida comincia con queste premesse ed all’insegna dell’imprevedibilità.

Formazioni

Juventus (4-3-3): Aprile, Hyyrynen, Gama (C), Lenzini, Nildén, Caruso, Rosucci, Cernoia, Bonansea, Stašková, Hurtig.

Coach: Joe Montemurro.

Fiorentina (): Tasselli, Cafferata, Kravets, Breitner, Vigilucci, Huchet, Neto, Mascarello, Boquete, Giacinti, Sabatino (C).

Coach: Patrizia Panico.

Primo tempo

La Fiorentina tocca la prima palla del match, ma la Juventus la recupera subito. La partita inizia all’insegna dell’intensità a centrocampo, in una breve fase di studio. Il primo calcio d’angolo del match è a favore della Juventus, ottenuto grazie ad un’azione corale sulla fascia sinistra. Solo un fuorigioco blocca anzitempo la manovra toscana in risposta. Cernoia è la prima a tentare un cross di mancino per Hurtig, che non si coordina nello spazio lasciato dalla difesa ospite. L’occasione vera e propria per la Juventus arriva grazie ad un azione corale, con un passaggio filtrante di Bonansea, passando per Rosucci e vedendo tirare Nildén: esterno della rete.

Ingenuità di Aprile, che nell’impostazione si fa ipnotizzare dal pressing della Fiorentina e regala di fatto il pallone dello 0-1 di Giacinti, che la scavalca con un pallonetto al 14′. La risposta arriva al 17′ da parte di Nildén con un tiro fuori misura. Bella la sfida di contrasti tra Boquete e Bonansea, ne vincono uno a testa, è la bianconera a scamparla ed a renderla utile per provare un attacco. Al 20′ ci prova con una corsa in mezzo al campo Rosucci, dopo aver rubato palla per tirare dalla distanza: Tasselli senza problemi. Ottimo intervento di Huchet che blocca un dribbling di Bonansea, che sembra la più dinamica delle bianconere.

Punizione pericolosa battuta dalla Fiorentina, solo il fallo subito da Aprile, viene negata la buona occasione di raddoppio. Questo però arriva al 33′, tiro di Neto toccato e deviato da Gama e Sabatino, Aprile non può nulla, 0-2 per una Fiorentina cinica. Cernoia riceve palla al 47′ leggermente a sinistra dell’area di rigore, tenta un tiro dalla parabola perfetta che si infila sotto al sette del secondo palo: la riapre, 1-2. Fiorentina bravissima a sfruttare le occasioni e a non forzare il gioco, contro una Juventus che cerca di dominare con il possesso, ma arriva difficilmente alla porta.

Secondo tempo.

Il primo pallone è per la Juventus, e nel giro di due minuti entrambe le squadre arrivano ad un tiro dalla distanza, senza successo. Le bianconere sono determinate a tenere alta la percentuale del possesso palla, senza però disarmare le ragazze di Panico. Pericolosa la ripartenza propiziata da Boquete, servita Vigilucci che avanza a campo aperto, ma il tiro è alto.

La Juventus sfrutta un’incertezza di Mascarello a centrocampo per riportarsi in attacco, Stašková tira addosso alla difesa, la deviazione è sui piedi di Hurtig che non riesce a dribblare in area. La Fiorentina a sua volta si affaccia alla porta di Aprile. Al 56′ ancora Juventus, pericolosissima la numero 9, che servita ad un passo dalla porta stampa il pallone sulla traversa. Intensità sempre più elevata, con le viola che difendono e contrattaccano in modo efficace. Al 58′ arriva un cross dalla destra per le bianconere, prova uno scorpione Stašková, ma il pallone arriva sul piede di una Caruso libera in area, ed è 2-2.

Momento di minore tensione dopo il pareggio, con le ragazze di Montemurro che provano a spingere e le viola che sfruttano bene le occasioni. Al 64′ Nildén nega il controllo palla a Sabatino, a pochi metri dalla porta. Ci riprova subito con un’azione che si concretizza con il tiro di Mascarello, ma Aprile blocca. Azione bellissima della Fiorentina al 71′, che trova Sabatino libera da marcature, solo il passaggio leggermente lungo le impedisce di impattare bene il pallone.

Calcio d’angolo per la Fiorentina, insidiosa la traiettoria e l’occasione dalla distanza sul rimpallo. Opportunità d’oro per Sabatino, che a tu per tu con Aprile tira alto, ma il gioco era stato appena fermato per fuorigioco. Ci riprova la Juventus all’83’, con un cross dalla sinistra per Bonansea, tocco di prima per Bonfantini che davanti a Tasselli, colpisce proprio l’estremo difensore. Dagli sviluppi di una punizione si arriva ad un calcio d’angolo per le bianconere, ma Bonansea non riesce a trovare la porta di testa.

La Fiorentina riesce a fermare un’imponente striscia di vittorie in Serie A, sfiorando per poco il colpaccio dei tre punti. Al contrario delle Viola in forte crescita, la Juventus accusa stanchezza e acciacchi, complici forse le numerose assenze. Finisce così 2-2.

Ti potrebbe piacere anche
Hurtig: dopo l’Arsenal si inserisce lo United
Lina Hurtig
Lina Hurtig: una maxi-offerta dall’Inghilterra
Duljan è una nuova giocatrice della Juventus
Fiorentina: un nuovo difensore per Panico

LASCIA UN COMMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: